Rispettare le leggi? A quanto pare NO! E’ ciò che riporta l’indagine fatta da FattoQuotidiano.it guidata da FederPrivacy, l’associazione dei tecnici per la tutela dei dati sul web, dalla quale è emerso che, 2 siti su 3, non si preoccupano di rispettare gli obblighi di legge.

Molte volte chi decide di iniziare un business, non ha idea del numero gigantesco di leggi da rispettare: i più prudenti decidono di rivolgersi a dei professionisti, una web agency, che dovrebbe conoscere l’iter da rispettare per la realizzazione di siti sul web.

Obblighi di legge per un sito web

Per chi non ne fosse a conoscenza gli obblighi di legge sul web sono diversi, alcuni noti a tutti, altri spesso applicati in modo scorretto ed altri trattati come se non esistessero.

Obblighi conosciuti

L’obbligo di rendere visibile la propria partita IVA sulla homepage del sito è noto, nella maggior parte dei casi, a tutti quello che però sfugge ai più e che non è l’unico dato societario obbligatorio richiesto. Chi vuole vendere su internet o migliorare la sua visibilità e farsi pubblicità, ha degli obblighi che sono chiariti nell’art. 42 della Legge n. 88/2009. Pertanto l’obbligo di dover specificare sul proprio sito corporate o di prodotto le seguenti informazioni:

  • Partita I.V.A.
  • Codice Fiscale
  • Indirizzo completo della sede legale
  • Ragione Sociale
  • Ufficio del registro presso cui la società è iscritta e numero di iscrizione
  • numero REA ovvero codice del Repertorio Economico Amministrativo
  • capitale sociale, sia il versato che quello esistente nelle casse societarie
  • Stato di liquidazione della società
  • Società a socio unico? Valido per le S.p.A e per le S.r.l.
  • Se rientra nella casistica, anche l’ente o la società che dirige e coordina la società in esame

Gli obblighi male applicati

 Le pagine web che spesso sono compilate in modo scorretto sono:

  • Quelle riguardanti la “Tutela dei dati personali“: raccogliendo i dati sensibili dei visitatori sul proprio sito web, molte aziende non danno il giusto peso. Spesso capita che compilando un modulo venga richiesto ad un consumatore di accettare il trattamento dei dati personali, senza preoccuparsi di far capire il modo in cui questi dati verranno tutelati. 
  • Quelle riguardanti la “Privacy Policy“: la visibilità di una pagina web con tutte le informazioni riguardanti la Privacy Policy è obbligatoria per legge, ed è necessaria a chiarire al consumatore come verranno utilizzati i suoi dati. 

Gli obblighi sconosciuti!

Tra le leggi da rispettare sul web, ve ne sono alcuni che spesso sono sconosciuti ai non addetti ai lavori: come ad esempio il backup dei dati sensibili.

Il backup dei dati aziendali è fondamentale a custodire archivi, dati e tutto ciò che riguarda l’attività. Dal 2003 è un obbligo: infatti, la relativa legge ha stabilito che ogni azienda debba custodire una copia di backup. Fin qui nessun problema.

Call Now Button